Relazione sulla gestione

Rischi e incertezze

Il Gruppo ERG ha avviato l'implementazione di un modello integrato di gestione dei rischi basato su un approccio sistematico diretto all'individuazione dei rischi prioritari, alla valutazione dei potenziali effetti negativi e alle opportune azioni di mitigazione da intraprendere. Il modello è definito sulla base di principi e best practice internazionali ed è parte integrante del Sistema di Controllo Interno e Gestione dei Rischi.

In tale ambito, i principali rischi identificati, monitorati e gestiti da ERG sono i seguenti:

  • rischio di mercato;
  • rischio di liquidità;
  • rischio di incidenti industriali;
  • rischio regolatorio;
  • rischio di credito;
  • rischio connesso ad eventi climatici;
  • rischio relativo ai contratti di finanziamento a medio e lungo termine;
  • rischio Salute, Sicurezza e Ambiente (HSE).

Rischi di mercato 

Il rischio di mercato si compone dei rischi derivanti dalle fluttuazioni del tasso di cambio, del tasso d'interesse e dei prezzi delle commodity petrolifere e dell'energia elettrica.

Rischio di cambio
Il rischio di cambio è il rischio connesso alle oscillazioni del tasso di cambio delle diverse di-vise contro la valuta di riferimento Euro. Tali oscillazioni possono avere considerevoli impatti sui risultati economici dell'impresa.

I flussi netti in valuta generati dall'azienda diversi dall'Euro costituiscono l'esposizione al rischio di cambio. Al fine di poter ridurre la volatilità di tali esposizioni possono essere eseguite operazioni di copertura (hedging). 
L'utilizzo di strumenti derivati è autorizzato esclusivamente a fronte dell'esistenza di un sottostante per perseguire la riduzione degli impatti economici legati alla volatilità dei tassi sul mercato finanziario ed è monitorato dal Comitato Rischi. Nel Gruppo ERG non sono consentite operazioni in strumenti derivati aventi finalità speculative.

Rischio di tasso di interesse
Il rischio di tasso di interesse identifica la variazione dell'andamento dei tassi di interesse che possono determinare fluttuazione degli oneri finanziari di pertinenza del Gruppo ERG.

Il Gruppo ERG utilizza diverse forme di finanziamento per la copertura dei fabbisogni delle proprie attività industriali, in particolare per quanto riguarda il business termoelettrico e delle energie rinnovabili. Eventuali variazioni nei livelli dei tassi di interesse potrebbero pertanto determinare variazioni sfavorevoli nel costo dei finanziamenti. 
Coerentemente con le proprie politiche di gestione dei rischi di mercato, il Gruppo ERG utilizza strumenti finanziari derivati a copertura delle oscillazione dei tassi d'interesse. In particolare il contenimento del rischio di tasso viene perseguito mediante l'utilizzo di contratti come Interest Rate Swap. 
L'utilizzo di strumenti derivati è autorizzato esclusivamente a fronte dell'esistenza di un sottostante, per perseguire la riduzione degli impatti economici legati alla volatilità dei tassi sul mercato finanziario ed è monitorato dal Comitato Rischi. Nel Gruppo ERG non sono con-sentite operazioni in strumenti derivati aventi finalità speculative.

Rischio Prezzo (commodity petrolifere ed energia elettrica)
Il rischio prezzo delle commodity petrolifere è insito nella variazione inattesa dei prezzi delle materie prime, dei prodotti finiti e dell'approvvigionamento dei servizi. 

L'attuale politica di gestione del rischio prezzo commodity petrolifere prevede che vengano adottati strumenti e metodologie idonee al raggiungimento dei valori medi mensili dei prezzi rilevati dalle quotazioni Platts sia per le materie prime che per i prodotti finiti. Il Gruppo ERG al fine di mitigare il rischio prezzo e perseguire le politiche di gestione utilizza strumenti derivati come Futures e Swap su commodities. 
L'attuale politica di gestione del rischio prezzo commodity dell'energia elettrica prevede il monitoraggio indipendente del margine di contribuzione e dei limiti Profit at Risk (P@R) da parte di una funzione indipendente e attività di hedging volte a garantire la copertura dei margini (PUN – costo del combustibile).

Rischio di liquidità

Il rischio di liquidità consiste nell'impossibilità di rispettare gli impegni di pagamento a causa della difficoltà di reperire fondi o di liquidare attività sul mercato. La conseguenza è un impatto negativo sul risultato economico nel caso in cui la società sia costretta a sostenere costi addizionali per fronteggiare i propri impegni o, come estrema conseguenza, una situazione di insolvibilità che pone a rischio la continuità aziendale. La gestione dei rischi mira a definire, nell'ambito del processo di pianificazione, una struttura finanziaria che, in coerenza con gli obiettivi dei business e con i limiti definiti dal Consiglio di Amministrazione, garantisca un livello di liquidità adeguato per ERG, minimizzando il relativo costo-opportunità e mantenendo un equilibrio in termini di durata e di composizione del debito. 
Il Gruppo ERG garantisce con la generazione di flussi di cassa e con la disponibilità di fonti di finanziamento diversificate l'adeguata copertura dei propri fabbisogni finanziari.

Rischi incidenti industriali 

Il rischio di incidenti industriali consiste in possibili danni agli impianti industriali di produ-zione del Gruppo ERG legati a fenomeni di incendio, esplosione e altri fattori inaspettati e pericolosi. Eventi incidentali di un certo rilievo potrebbero determinare effetti negativi sulla situazione patrimoniale economica e finanziaria del Gruppo, che mitiga tali rischi attraverso politiche adeguate di gestione degli impianti volte al perseguimento di elevati livelli di sicurezza e di eccellenza operativa in linea con le migliori pratiche industriali.
Inoltre ERG ricorre al mercato assicurativo per il trasferimento dei propri rischi industriali e verso terzi, garantendo un alto profilo di protezione per le proprie strutture anche per quanto concerne l'interruzione di attività.
Per quanto concerne i processi produttivi, particolare attenzione viene data alle attività di prevenzione e controllo dei rischi a questi connessi, attraverso la realizzazione di Risk Assessment, Business Impact Analysis e un'attività di Business Continuity Management, con la finalità di garantire la continuità operativa degli impianti industriali di produzione.

Rischio regolatorio 

Il rischio regolatorio consiste nella variazione delle norme di carattere locale, nazionale e internazionale che possono impattare sui diversi business in cui opera il Gruppo ERG. Tali norme riguardano, tra gli altri, la commercializzazione delle commodity e dell'energia elettrica, gli adempimenti tecnico operativi nella costruzione, messa in esercizio, gestione e di-smissione degli impianti nonché la tutela dell'ambiente. La costante evoluzione di tale contesto normativo di riferimento, può incidere sui risultati del Gruppo ERG. Al riguardo, le Business Unit e le Funzioni dedicate della Capogruppo effettuano una continua attività di monitoraggio e un dialogo costruttivo con le Istituzioni internazionali, nazionali e locali volto a valutare tempestivamente le modifiche normative intervenute e a operare al fine di minimizzare l'impatto economico derivante dalle stesse.

In particolare si segnala per l'anno 2013 l'incertezza relativa al non ancora definito quadro normativo-regolatorio relativamente alla componente costo evitato del combustibile (CEC). Ai fini della miglior stima del CEC per l'anno 2013 sono stati applicati i criteri metodologici indicati nel parere dell'AEEG n. 503/2013 che contiene la proposta al Ministro dello Sviluppo Economico per la definizione delle modalità di aggiornamento del CEC e che recepisce le disposizioni del D.L. Fare (n. 69/2013) come convertito nella Legge n. 98 del 9 agosto 2013. Tale determinazione è stata effettuata nelle more dell'ufficializzazione delle modalità di calcolo da un apposito D.M. del MSE. 

Rischio di credito

Il rischio di credito consiste nella possibilità di insolvenza (default) e/o nel deterioramento del merito creditizio di una controparte.
La politica del Gruppo ERG per la scelta delle controparti relativamente sia al business industriale che alle negoziazioni finanziarie richiede elevati rating di merito creditizio.
Il rischio di credito viene mitigato attraverso adeguati strumenti di valutazione di ogni singola controparte, attribuendo per ognuna un rating creditizio interno (Internal Based Rating) ed è gestito tramite opportuni strumenti di trasferimento del rischio. L'assegnazione della classe di rating fornisce una stima della probabilità di default della controparte e per ogni livello viene definito il grado di affidamento che è puntualmente monitorato e che non deve mai essere superato. Il monitoraggio dell'esposizione al rischio credito è affidato al Comitato Fidi e Crediti. 

Rischio connesso ad eventi climatici

I rischi connessi a eventi climatici comportano l'esposizione della Società alla volatilità della produzione con particolare riferimento alla produzione di energia da fonti rinnovabili. Le caratteristiche delle fonti di energia utilizzate nel settore delle energie rinnovabili comportano una produzione caratterizzata da elevata variabilità, connessa alle condizioni climatiche dei siti in cui sono localizzati gli impianti eolici. In particolare, poiché la produzione di energia elettrica da fonte eolica è legata a fattori climatici "non programmabili" ed è caratterizzata nell'arco dell'anno da fenomeni di stagionalità, il Gruppo ERG per gestire tali rischi sta diversificando la localizzazione degli impianti così da minimizzarne gli impatti.

Rischio relativo ai contratti di finanziamento a medio lungo termine

Il Gruppo ERG ricorre a indebitamento a medio-lungo termine (prevalentemente al Project Financing) quale sistema di finanziamento per le proprie iniziative di sviluppo. 
Tali contratti di finanziamento contengono alcune limitazioni all'uso delle risorse finanziarie e prevedono che nel caso di mancato rispetto dei covenant, ove non venga posto il ri-medio entro i termini stabiliti, gli istituti finanziatori abbiano, tra l'altro, il diritto di dichiarare la Società decaduta dal beneficio del termine e di risolvere il contratto, con conseguente obbligo di integrale rimborso entro il termine stabilito e con possibili effetti pregiudizievoli sui risultati economico-finanziari della Società. La Società monitora periodicamente il rispetto degli indici e delle clausole pattuite.

Rischio Salute, Sicurezza e Ambiente (HSE)

Il Rischio HSE è principalmente legato alla gestione degli asset industriali che hanno un impatto sulle tematiche ambientali e di salute e sicurezza dei lavoratori. 
Il Gruppo ERG adotta sistemi gestionali, standard di sicurezza e pratiche operative di elevata qualità e affidabilità per assicurare il rispetto della regolamentazione ambientale e tutelare l'integrità dell'ambiente e dei dipendenti. In particolare, le società a cui è associato un significativo rischio HSE si dotano di un sistema certificato di Gestione OHSAS 18001 e ISO 14001 anche al fine di attribuire ai  modelli di Organizzazione e Gestione efficacia esimente della responsabilità amministrativa dell'impresa.

ERG S.p.A. - Genova

Paolo Merli

Head of Corporate Finance & Investor Relations

0039 010 2401376

ERG S.p.A. - Genova

Matteo Bagnara

Investor Relations

0039 010 2401423

ir@erg.it


Basket
Vai al basket
Aggiungi al basket
Aggiungi la pagina al basket
Stampa
Stampa la pagina
Preferiti
Aggiungi la pagina ai preferiti del browser
Mail
Condividi l'articolo
Download
Scarica il pdf di questa sezione
Grafici
Vai ai grafici interattivi
 
Chiudi

Documenti presenti nel basket

Seleziona una delle seguenti operazioni

Stampa tutto Ricarica la cartella Rimuovi tutto
Chiudi

Condividi articolo

Invia