Relazione sulla gestione

POWER & GAS

Mercato di riferimento

  Anno 2013 Anno 2012
Mercato elettrico Italia (GWh) (1)    
Domanda 317.144 325.259
Consumo pompaggi 2.389 2.627
Import/Export 42.153 43.088
Produzione interna (2) 277.380 284.798
di cui:    

    Termoelettrica

182.528 204.796

    Rinnovabille

94.852 80.002
Prezzi di cessione (Euro/MWh)    
PUN (3) 63,0 75,5

(1)      Fonte: Terna S.p.A. rapporto mensile sul sistema elettrico. Dati stimati, soggetti a rettifica 
(2)      Produzione al netto dei consumi per servizi ausiliari
(3)     Prezzo Unico Nazionale. Fonte: GME S.p.A.

La richiesta di energia elettrica9 del sistema elettrico nazionale nel 2013 è stata stimata da Terna, sulla base dei dati provvisori di esercizio, pari a 317,1 TWh, in calo (-3,4%) rispetto ai va-lori registrati nel 2012. Tale decremento si inquadra nell'ambito più generale della recessione economica in atto nel Paese, con una contrazione dei consumi iniziata nell'ultimo trimestre del 2011 e proseguita sia nel 2012 che in tutto il 2013. Per quanto riguarda la Sicilia, mercato di riferimento per il Gruppo ERG, la contrazione della domanda rispetto al 2012 è stata pari al 2,4%, passando da 21,6 TWh a 21,1 TWh.
Nello stesso periodo la produzione interna netta di energia elettrica è stata pari a 277,4 TWh, in calo del 3,6% rispetto all'anno precedente, mentre il saldo netto degli scambi con l'estero ha registrato importazioni per 42,2 TWh, in leggera diminuzione rispetto al 2012. La produzione nazionale (netta) è stata garantita per il 66% da centrali termoelettriche e per il restante 34%da fonti rinnovabili; questi dati, se confrontati con quelli dell'esercizio precedente, mostrano un importante calo delle produzioni da fonte termoelettrica (-12,0%) legato sia alla diminuzione della domanda di energia, sia al maggior contributo delle fonti rinnovabili (+18%), in particolare idroelettrico (+21%), per l'elevata piovosità del primo semestre 2013, ma anche eolico (+12%) e fotovoltaico (+19%).
Il valore medio del PUN nel 2013 si è attestato a 63,0 Euro/MWh, in discesa del 17% rispetto al valore rilevato durante l'anno precedente (75,5 Euro/MWh). Detta flessione riflette per lo più la forte riduzione del costo del gas naturale in un contesto di domanda molto debole.

(9)  Incluse le perdite rete e al netto dell'energia elettrica destinata ai pompaggi.

Sintesi dei principali risultati del periodo

(milioni di euro) Anno 2013 Anno 2012
 
Ricavi da terzi 1.424 1.435
Ricavi infrasettori 218 216
Ricavi della gestione caratteristica  1.642 1.651
Margine operativo lordo a valori correnti (1) 358 328
Ammortamenti e svalutazioni(1) (80) (76)
Risultato operativo netto a valori correnti (1) 278 253
     
Investimenti in immobilizzazioni materiali ed immateriali 26 35


 (1) I dati esposti non includono le poste non caratteristiche come indicate nel capitolo "Indicatori alternativi di performance", al quale si rimanda per maggiori dettagli


La ripartizione del margine operativo lordo a valori correnti tra le diverse attività del business Power & Gas è la seguente:
 

  Anno 2013 Anno 2012
     
Margine operativo lordo a valori correnti    
ISAB Energy / ISAB Energy Services 254 241
Impianti ERG business unit Power & Gas / ERG Power 104 87
TOTAL 358 328

Vendita di energia elettrica1

    Anno 2013 Anno 2012
       
Vendite (GWh)
       
Totale Vendite   8.229 7.852
ISAB Energy   4.142 4.077
ERG business unit Power & Gas   4.087 3.775

di cui a ISAB S.r.l.

  179 215
       
Produzioni (GWh)
       
Totale Produzioni   6.805 6.997

di cui ISAB Energy S.r.l.

 

4.142

4.077

di cui ERG Power S.r.l.

 

2.663

2.920

       
Prezzi di cessione (Euro/MWh)
       
CIP 6   118,7 122,7
Prezzo EE Sicilia   92,0 95,3

(1)  Per la business unit Power & Gas le vendite di energia elettrica differiscono dalle produzioni in quanto includono anche volumi movimentati su MSD e rivendite sui mercati wholesale e sui mercati a termine; sono invece escluse le vendite dell'energia eolica acquistata dalle controllate del settore rinnovabili.

ISAB Energy

I risultati di ISAB Energy sono parzialmente soggetti alle variazioni di scenario in conseguenza della coerente indicizzazione contenuta nel contratto di vendita dell'energia elettrica e di acquisto delle materie prime.
Il prezzo di vendita dell'energia elettrica prodotta da ISAB Energy è regolamentato dal Provvedimento n. 6 del Comitato Interministeriale dei Prezzi del 29 aprile 1992 (così detto CIP 6/92).
ISAB Energy ha un contratto con il GSE attivo dall'anno 2000 per una durata di venti anni, in base al quale il prezzo di vendita include la valorizzazione del Costo Evitato del Combustibile (CEC) che, a sua volta, riflette l'andamento del prezzo del gas naturale. Il feedstock, che costituisce la principale materia prima utilizzata per la produzione di energia elettrica, è acquistato da ISAB S.r.l. con contratto pluriennale di natura "take or pay" ed è legato alla valorizzazione del costo evitato di combustibile.

Nel corso del 2013 la produzione di energia elettrica è stata di 4.142 GWh, in crescita (+2%) rispetto ai 4.077 GWh del 2012 grazie alla buona performance complessiva dell'impianto, che ha registrato un fattore di utilizzo del 90%, superiore a quello dell'esercizio precedente (88%).

Il margine operativo lordo a valori correnti è risultato pari a 254 milioni, in crescita rispetto all'esercizio precedente (241 milioni), principalmente grazie alla maggiore produzione, che ha più che compensato la riduzione del prezzo unitario di vendita dell'energia elettrica.

Il valore stimato del CEC a conguaglio 2013 è pari a 86,9 Euro/MWh, in contrazione rispetto al valore stimato nell'analogo periodo del 2012 di 91,8 Euro/MWh; il valore complessivo di cessione dell'energia elettrica CIP 6 (inclusivo del CEC e delle altre componenti tariffarie) è risultato pari a 118,7 Euro/MWh, in calo rispetto ai 122,7 Euro/MWh del 2012.

Per la definizione di tale valore è stato considerato, ai fini della presente relazione, il riferimento normativo ufficiale rappresentato dal DM 20 novembre 2012 che disciplina l'applicabilità dell'art. 30 comma 15 della legge n. 99 del 2009 ("Legge Sviluppo") alle Iniziative Prescelte, relativamente alle modalità di determinazione del valore del CEC "tenendo conto altresì dell'evoluzione dell'efficienza di conversione". Conseguentemente è stato adottato il valore di consumo specifico indicato nel DM 20 novembre 2012, applicando le deroghe ivi definite: per l'impianto di ISAB Energy il valore di consumo specifico risulta in tale caso pari a 0,215 mc/kWh, corrispondente ad un'efficienza di riferimento del 48,5% tenendo in considerazione la comunicazione, inviata dal GSE ad Isab Energy in data 9 maggio 2013, relativa all'accoglimento dell'istanza di riconoscimento del possesso dei requisiti ai fini dell'applicazione delle deroghe di cui al DM 20 novembre 2012.

Per il calcolo delle diverse componenti  del CEC sono state utilizzate le indicazioni metodologiche del Decreto Ministeriale 31 gennaio 2014 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.40 del 18 febbraio 2014, che accoglie le proposte del Parere dell'AEEG n. 503/2013 che a sua volta recepisce le disposizioni del Decreto Legge n. 69/2013 del 21 giugno 2013 (cd. DL Fare) e della relativa legge di conversione 9 agosto 2013.

Per la componente gas del CEC tali indicazioni metodologiche dispongono per il 2013 una crescente indicizzazione al prezzo all'ingrosso del gas naturale sui mercati di breve periodo a fronte di una progressiva riduzione del riferimento, ad oggi previsto dalla Legge Sviluppo, al paniere di prodotti petroliferi prevedendone una quota dell'80% nel primo trimestre, del 70% nel secondo trimestre e del 60% nei restanti trimestri.

Si evidenzia inoltre che, nell'ambito del processo di ridefinizione del CEC a conguaglio dell'anno 2008, causato dal contenzioso relativo alle delibere n. 154/08 e n. ARG/elt 50/09, AEEG ha avviato, con la delibera 31/2013/R/EEL, un procedimento che si è favorevolmente concluso con la Delibera n. 553/2013/R/eel che ha fissato il valore del CEC 2008 per Isab Energy al valore di 77,0 €/MWh. Tale ridefinizione del CEC ha determinato un effetto positivo sui risultati 2013 del Gruppo pari a circa 7 milioni, di cui 4 milioni relativi ad ISAB Energy e 3 milioni alla Raffinazione costiera come adeguamento del valore di cessione del feedstock; tenuto conto della natura non ricorrente di tale posta, l'effetto non è incluso nel margine operativo lordo a valori correnti.

Si segnala infine che la posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2013 della società ISAB Energy, consolidata integralmente, risulta positiva per circa 31 milioni, rispetto all'indebitamento negativo pari a 54 milioni del 31 dicembre 2012. Il significativo miglioramento è dovuto alla generazione di cassa nel periodo, alla regolazione dei conguagli CEC e alla dinamica puntuale del circolante.

Si ricorda infine che, come più dettagliatamente descritto nella sezione "Fatti di rilievo avvenuti nel corso dell'esercizio", in data 30 dicembre 2013, ERG ha raggiunto due importanti accordi con GDF SUEZ e contestualmente con ISAB (società controllata dal Gruppo LUKOIL), che prevedono nel corso del 2014, subordinatamente all'avverarsi di alcune condizioni sospensive, l'acquisto da parte di ERG della quota del 49% di GDF SUEZ in ISAB Energy, la risoluzione anticipata della convenzione CIP6/92 e la cessione dell'impianto di ISAB Energy ad ISAB. 

ERG business unit Power & Gas ed ERG Power 

Nel corso del 2013 la produzione netta di energia elettrica di ERG Power è risultata pari a 2.663 GWh, in diminuzione rispetto all'esercizio precedente (2.920 GWh). Tale riduzione è principalmente dovuta ad una maggiore modulazione dell'impianto, coerente con la riduzione del prezzo dell'energia sul mercato; inoltre la partecipazione al mercato dei servizi di dispacciamento ha accentuato per l'intero 2013 la su menzionata modulazione dell'impianto per bilanciare la rete.
Circa il 7% della produzione di energia elettrica di ERG Power è stata destinata a copertura del fabbisogno della Raffineria Nord di ISAB S.r.l..
La fornitura netta1 di vapore da parte degli impianti di ERG Power al sito industriale di Priolo nel corso del 2013 è stata pari a circa 1.577 migliaia di tonnellate (1.628 migliaia di tonnellate nello stesso periodo del 2012), di cui circa 1.042 migliaia di tonnellate destinate alla Raffineria Nord di ISAB S.r.l..

Il margine operativo lordo dell'anno 2013 è risultato pari a 104 milioni, in forte crescita rispetto a quello registrato nel 2012 (87 milioni).

Il raggiungimento di risultati molto soddisfacenti, pur in presenza di uno scenario di mercato in Italia che permane complessivamente avverso per gli impianti a ciclo combinato alimentati a gas, riflette valori medi del prezzo dell'energia in Sicilia complessivamente ancora favorevoli oltrechè l'efficacia della gestione dell'energia con un importante ricorso al mercato dei servizi del dispacciamento e l'adozione di strumenti di mitigazione dei rischi. Questi ultimi contemplano, tra l'altro, la vendita a termine pluriennale di energia elettrica ad IREN Mercato, l'utilizzo di strumenti di copertura del rischio prezzo e la vendita mediante accordi pluriennali di vapore ed energia elettrica ai clienti del sito petrolchimico di Priolo Gargallo. Si segnala il contratto di fornitura utilities agli impianti Versalis di Priolo che è stato recentemente rinnovato e che prevede la cessione di energia elettrica e vapore sino al 2020.

Si segnala infine che, relativamente ad alcuni contratti di fornitura di gas, sono in corso negoziazioni volte a ridefinire il prezzo di fornitura per il 2013 ("price review"), da cui si attendono effetti positivi prudenzialmente non inclusi nei risultati 2013.

(1) si intende la cessione di vapore al sito industriale di Priolo Gargallo escluse le perdite di rete, al netto dei ritiri di vapore dai medesimi clienti

 

ERG S.p.A. - Genova

Paolo Merli

Head of Corporate Finance & Investor Relations

0039 010 2401376

ERG S.p.A. - Genova

Matteo Bagnara

Investor Relations

0039 010 2401423

ir@erg.it


Basket
Vai al basket
Aggiungi al basket
Aggiungi la pagina al basket
Stampa
Stampa la pagina
Preferiti
Aggiungi la pagina ai preferiti del browser
Mail
Condividi l'articolo
Download
Scarica il pdf di questa sezione
Grafici
Vai ai grafici interattivi
 
Chiudi

Documenti presenti nel basket

Seleziona una delle seguenti operazioni

Stampa tutto Ricarica la cartella Rimuovi tutto
Chiudi

Condividi articolo

Invia