Lettera agli Azionisti

Lettera agli Azionisti

Cari Azionisti,

il 2013 è stato per ERG ancora un anno di importanti traguardi e di rilevanti cambiamenti.

I risultati economici in forte crescita e la struttura patrimoniale ulteriormente rafforzata, in un quadro generale macro-economico ancora difficile, confermano la validità del percorso di trasformazione strategica perseguito e rappresentano una solida base per la crescita futura del nostro Gruppo. Il riposizionamento del portafoglio di attività è proseguito con determinazione attraverso la significativa crescita nel settore delle rinnovabili, sia in termini di capacità installata che di competenze di gestione acquisite, contestualmente alla finalizzazione dell'uscita dal settore della Raffinazione Costiera.

L'acquisizione degli asset di IP Maestrale, oggi ERG Wind, in febbraio ha permesso ad ERG di diventare il primo produttore di energia eolica in Italia e tra i primi dieci operatori in Europa; gli effetti positivi dell'acquisizione si sono manifestati pienamente già nel 2013 grazie alla realizzazione, in anticipo rispetto alle scadenze previste, di importanti sinergie operative e gestionali. Nel mese di giugno, attraverso la joint venture LUKERG Renew, abbiamo concluso l'acquisizione di due parchi eolici già operativi, Gebelesis in Romania e Hrabrovo in Bulgaria, per una capacità totale di 84 MW. Sempre in Romania, nel mese di dicembre abbiamo completato la costruzione del parco eolico di Topolog che, con i suoi 82 MW, rafforza ulteriormente la presenza di LUKERG Renew, ormai uno dei principali operatori nel mercato eolico romeno. Le operazioni concluse nell'est Europa, unitamente all'acquisizione del portafoglio impianti in Germania, appartenenti ad ERG Wind, hanno permesso di portare il livello di diversificazione geografica della capacità eolica installata a circa il 20% del totale. Per quanto riguarda lo sviluppo in Italia il completamento della costruzione del parco di Palazzo San Gervasio (34 MW), in Basilicata, ha permesso di consolidare ulteriormente la nostra posizione di leadership nel mercato italiano.

Abbiamo inoltre acquisito la società responsabile della gestione operativa dei parchi di ERG Wind, oggi ERG Renew Operations & Maintenance. Sono così entrate a far parte del nostro Gruppo 136 persone, principalmente tecnici altamente specializzati nella gestione e manutenzione di parchi eolici. L'operazione, di grande rilevanza strategica, ci ha permesso di completare l'acquisizione delle competenze necessarie per gestire in modo diretto e integrato il business eolico, con grandi benefici in termini di ottimizzazione dei costi e di efficienza.

Nel complesso nel 2013 il Gruppo ha investito oltre 1 miliardo di Euro nel settore delle rinnovabili, in termini di Enterprise Value.

In dicembre è stato annunciato l'accordo con Unicredit, poi perfezionato nel gennaio di quest'anno, per l'ingresso dell'Istituto bancario nell'azionariato di ERG Renew attraverso la sottoscrizione di una quota di minoranza pari al 7,14% del capitale sociale. L'operazione, oltre a permettere di reperire nuovi capitali a sostegno dei piani di crescita nelle rinnovabili in Italia e all'estero, testimonia la fiducia che un partner bancario di tale caratura internazionale ripone nelle future potenzialità di sviluppo di ERG Renew.

Alla fine del 2013 è stato raggiunto un accordo per la cessione dell'impianto IGCC di ISAB Energy al Gruppo LUKOIL, l'operazione è contestuale all'acquisto della quota di minoranza del 49% detenuta in ISAB Energy da GDF SUEZ e da Mitsui & Co.. Il perfezionamento di entrambe le operazioni è condizionato all'accettazione, da parte del GSE, della risoluzione anticipata della convenzione CIP6/92 con efficacia attesa dal 1° luglio 2014. Tali operazioni sono state poste in essere coerentemente con la definitiva uscita dalla Raffinazione Costiera, con l'annuncio il 30 Dicembre 2013 della cessione dell'ultima quota del 20% del capitale di ISAB Srl a LUKOIL.

Il complesso delle operazioni realizzate nel corso del 2013 sono anche il risultato dei solidi rapporti che abbiamo saputo costruire con i nostri partner, nazionali ed internazionali. Un valore aggiunto importante per il perseguimento dei nostri obiettivi di business e di sviluppo.

I risultati economici di Gruppo anche nel 2013 sono stati in forte crescita. Abbiamo raggiunto un margine operativo lordo a valori correnti adjusted di 569 mln di Euro, con un incremento del 24% rispetto al 2012, mentre l'utile netto di Gruppo si è collocato a 38 mln di Euro, in forte aumento rispetto ai 12 mln di Euro dell'anno precedente.

Il settore delle Rinnovabili ha registrato un margine operativo lordo di 245 mln di Euro, quasi raddoppiato rispetto ai 137 mln di Euro del 2012, grazie al pieno contributo della produzione dei parchi di ERG Wind ed a quello parziale degli impianti in Romania e Bulgaria acquisiti a giugno. Attraverso la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, nel 2013 abbiamo evitato l'emissione in atmosfera di circa 958 migliaia di tonnellate di CO2, pari a circa 13 milioni di viaggi in auto tra Roma e Milano.

Il 2014 è atteso in ulteriore miglioramento, principalmente per il pieno contributo ai risultati della produzione degli impianti acquisiti nel 2013 e di quelli ultimati alla fine dello scorso anno. Ci attendiamo inoltre un significativo contributo dalla completa implementazione delle sinergie a seguito dell'internalizzazione delle attività di esercizio e manutenzione di ERG Renew Operations & Maintenance.

Il settore Power ha conseguito un margine operativo lordo di 358 mln di Euro, in crescita del 10% rispetto al 2012, grazie alla buona performance operativa dell'impianto CCGT di ERG Power e ad uno scenario di mercato locale favorevole, in un contesto nazionale che permane complessivamente difficile per gli impianti a ciclo combinato. Nell'ambito della nostra politica di attenzione alla sicurezza e alla salute dei lavoratori, è stata riconosciuta, nel 2013, la Certificazione internazionale OHSAS 18001 alla società ERG Power, titolare dell'impianto CCGT.

Per il 2014, ci attendiamo, per quanto riguarda ERG Power, un risultato ancora soddisfacente, anche se in diminuzione, ed una significativa discontinuità nei risultati operativi al perfezionarsi degli accordi per la cessione dell'IGCC di ISAB Energy.

Per quanto riguarda il Refining & Marketing, il margine operativo lordo, negativo per 5 mln di Euro, è il risultato del peggioramento dello scenario di raffinazione, i cui effetti sono stati in parte attenuati dalla minore esposizione a tale business. Riguardo alla Commercializzazione, nonostante l'ulteriore calo della domanda nazionale di combustibili registrato nel corso dell'anno, i risultati sono invece in leggero miglioramento, grazie alle azioni di efficienza sui costi, di automazione e razionalizzazione della Rete di distribuzione di TotalErg.

Il 2014 beneficerà della completa uscita dal settore della Raffinazione Costiera, ma risentirà della perdurante debolezza dei consumi e dal rilevante peso delle componenti fiscali nel prezzo dei prodotti. In questo contesto, gli investimenti previsti saranno principalmente indirizzati all'ulteriore razionalizzazione e automazione della Rete.

Nel 2014, isolando i risultati di Isab Energy che come si prevede uscirà dal perimetro del gruppo, ci attendiamo risultati complessivi in miglioramento rispetto al 2013. Inoltre realizzeremo un ulteriore rafforzamento patrimoniale con una sensibile riduzione della posizione finanziaria netta, principalmente per effetto della risoluzione anticipata della convenzione CIP6, con efficacia attesa dal 1 luglio 2014.

Sulla base dei risultati conseguiti nel corso del 2013, intendiamo proporre all'Assemblea degli Azionisti un dividendo di 1 Euro per azione, comprensivo di una componente ordinaria di 0,5 Euro per azione, in crescita del 25% rispetto al 2012, e di una componente non ricorrente di 0,5 Euro per azione. Il 2013 si può considerare come un anno in cui, grazie all'esecuzione delle operazioni richiamate, il Gruppo ha raggiunto traguardi fondamentali nell'ambito del proprio progetto di ridefinizione strategica del portafoglio, da cui la proposta di aumentare sia la componente ordinaria che di riconoscere una componente straordinaria di remunerazione del capitale, coerente con una struttura finanziaria solida e idonea a supportare lo sviluppo nel medio termine del Gruppo.

In questo contesto di trasformazione, il Gruppo si è dotato, a partire dal 1 gennaio 2014, di una nuova struttura organizzativa che prevede una Holding di coordinamento e indirizzo strategico in grado di allocare le risorse finanziarie e di capitale umano in maniera ottimale all'interno del Gruppo, con Divisioni di business maggiormente autonome e una società di servizi per la gestione dei processi amministrativo-contabili, acquisti e servizi informatici che opera a sostegno trasversale delle altre strutture organizzative del Gruppo, alla continua ricerca di maggiore efficienza, sinergie ed economie di scala.

I risultati raggiunti nel 2013 sono anche e soprattutto il frutto di un importante lavoro di squadra che ci permette di guardare con fiducia al futuro ed alle opportunità di sviluppo, consapevoli che gli scenari, caratterizzati da maggiore incertezza e volatilità, richiedono nuovi modelli di gestione più efficienti, veloci e flessibili ed una forte capacità di saper "guardare oltre", tutti elementi essenziali del nostro modo di fare impresa.

ERG S.p.A. - Genova

Paolo Merli

Head of Corporate Finance & Investor Relations

0039 010 2401376

ERG S.p.A. - Genova

Matteo Bagnara

Investor Relations

0039 010 2401423

ir@erg.it


Basket
Vai al basket
Aggiungi al basket
Aggiungi la pagina al basket
Stampa
Stampa la pagina
Preferiti
Aggiungi la pagina ai preferiti del browser
Mail
Condividi l'articolo
Download
Scarica il pdf di questa sezione
Grafici
Vai ai grafici interattivi
 
Chiudi

Documenti presenti nel basket

Seleziona una delle seguenti operazioni

Stampa tutto Ricarica la cartella Rimuovi tutto
Chiudi

Condividi articolo

Invia