Bilancio consolidato

Impairment test 

Nella presente sezione è riportata la descrizione degli impairment test sui principali assets del Gruppo, così come richiesto dallo IAS 36. In particolare si precisa che per la verifica del valore recuperabile degli impianti produttivi  a vita utile definita si è preso in considerazione il valore d'uso elaborato su una stima dei flussi di cassa lungo la vita utile degli asset. Per quanto riguarda le partecipazioni, che per natura sono a vita utile indefinita, si è tenuto conto delle peculiarità delle medesime: si rimanda pertanto ai rispettivi paragrafi per i relativi chiarimenti sull'impostazione adottata.   


Impairment test  settore Energia-Rinnovabili

Nel corso degli anni il Gruppo ha effettuato una serie di acquisizioni nel settore delle Energie Rinnovabili. In sintesi le principali hanno riguardato:

  • acquisizione del gruppo Enertad (ora ERG Renew), a partire dal 2006 con successivi incrementi di quota conclusisi con l'acquisizione del 100% di ERG Renew perfezionata attraverso l'Offerta Pubblica di Acquisto;
  • acquisizione della totalità di cinque società francesi proprietarie di altrettanti parchi eolici situati in Francia. L'operazione è stata perfezionata attraverso l'effettivo trasferimento delle partecipazioni da Theta Energy ad EnerFrance S.a.s (ora ERG Eolienne France), società controllata al 100% e appositamente costituita quale sub holding del settore eolico per le attività site nel territorio francese;
  • acquisizione di ERG Eolica Adriatica S.r.l. (già IVPC Power 5 s.r.l.), società titolare di due parchi eolici operativi in Molise e in Puglia, per un prezzo di acquisizione pari a 71 milioni;
  • acquisizione del 100% di ERG Eolica Campania (già IVPC Power 3 S.p.A.), titolare di cinque parchi eolici operativi dal 2008 tra le province di Avellino e Benevento, con una capacità totale installata di circa 112 MW, per un costo complessivo di 100 milioni;
  • costituzione della joint venture Lukerg Renew che nel corso del 2012 e del 2013 ha acquisito parchi eolici operanti in Bulgaria ed in Romania oltre ad ulteriori autorizzazioni per parchi eolici da sviluppare in Romania (si veda il paragrafo Società in Joint Venture – Lukerg Renew GMBH);
  • acquisizione dell'80% del capitale di IP Maestrale Investments Ltd, primario operatore in Italia nel settore dell'energia rinnovabile da fonte eolica (si veda il paragrafo Acquisizione IP Maestrale (ora ERG Wind);
  • acquisizione del 100% del capitale di ERG Renew Operations & Maintenance S.r.l., società dedicata alle attività di esercizio e manutenzione dei parchi eolici italiani di ERG Wind (si veda il paragrafo Acquisizione di ERG Renew Operations & Maintenance S.r.l.).

Le acquisizioni sono state rilevate in base alle disposizioni dell'IFRS 3 sulle aggregazioni di imprese procedendo ad allocare il costo dell'aggregazione aziendale alle attività acquisite ed alle passività assunte, incluse quelle non rilevate precedentemente all'acquisto.
A seguito delle verifiche di impairment test nei bilanci 2008, 2009 e 2010 i valori relativi all'acquisizioni Enertad erano stati oggetto di parziale svalutazione. In occasione del bilancio 2010 anche i plusvalori relativi alle acquisizioni delle società francesi erano stati oggetto di parziale svalutazione. 

Il valore residuo di tali attività prima dell'impairment test 2013 risulta pari a:

  • circa 3 milioni a maggior valore degli impianti dei parchi eolici in funzione;
  • circa 231 milioni a maggior valore delle autorizzazioni e dei contratti preliminari per i parchi eolici in esercizio, di cui 98 milioni riferiti ai parchi eolici del Gruppo ERG Wind;  
  • circa 125 milioni ad avviamento ripartiti tra le diverse Business Combination:
    • 96 milioni di Euro riferiti ad ERG Wind (Italia e Germania);
    • 19 milioni di Euro riferiti ad ERG Eolica Campania ed ERG Eolica Adriatica (Italia);
    • 10 milioni di Euro riferiti ad ERG Renew Operations & Maintenance (Italia).

In considerazione dei valori di avviamento iscritti in bilancio si è proceduto anche per il bilancio 2013 a verificare il valore recuperabile degli stessi ed ad aggiornare i modelli di valutazione utilizzati nelle precedenti verifiche degli intangibles associati alle già commentate business combination. 
Il Gruppo ha pertanto proceduto a stimare il valore recuperabile delle suddette attività. In base allo IAS 36 il valore recuperabile di un'attività o di un'unità generatrice di flussi finanziari è il maggiore tra il suo fair value (valore equo) dedotti i costi di vendita e il suo valore d' uso.
Il valore recuperabile delle unità generatrici di cassa (o anche "CGU") è verificato attraverso la determinazione del valore in uso. Le principali ipotesi utilizzate per il calcolo del valore in uso riguardano il tasso di sconto, il tasso di crescita e le attese di variazioni dei prezzi di vendita dell'energia e dell'andamento dei costi diretti durante il periodo assunto per il calcolo. La Direzione del Gruppo ha quindi adottato un tasso di sconto netto di imposte che riflette le correnti valutazioni di mercato del costo del denaro e del rischio specifico connesso alle CGU. I tassi di crescita adottati si basano su previsioni di crescita del settore industriale di appartenenza del Gruppo, ferma restando la quota di mercato del Gruppo. Le variazioni nei prezzi di vendita e nei costi diretti sono determinate sulla base di passate esperienze e sulle aspettative future di mercato. 

Nel determinare il tasso di attualizzazione (o anche tasso di sconto) si sono considerati parametri finanziari Beta e rapporto Debt / Equity desunti da panel di società comparabili al fine di considerare sia la rischiosità di mercato propria di società operanti nel medesimo settore sia una struttura finanziaria di mercato. Per quanto riguarda, invece, il costo del capitale proprio (ke) esso include il tasso di rendimento di attività prive di rischio ed è individuato come la media del rendimento dei titoli di stato a dieci anni del paese di riferimento.

Business combination  "Enertad" (Italia)
Con riferimento ai valori riconducibili ad Autorizzazioni e contratti preliminari:

  • sono state identificate le Cash Generating Unit (CGU) coincidenti con i singoli parchi eolici sui quali sono stati allocati i plusvalori;
  • per la determinazione del valore recuperabile, nell'accezione di valore d'uso, è stato stimato il valore attuale dei flussi di cassa operativi associati alle CGU per i primi venti anni di esercizio dei parchi;
  • le attese di variazione dei prezzi di vendita e dell'andamento dei costi diretti durante il periodo assunto per il calcolo sono determinate sulla base delle esperienze passate, corrette delle aspettative future di mercato;
  • ai fini dell'attualizzazione dei flussi di cassa è stato utilizzato un tasso di sconto pari al WACC di settore (6,58%);
  • non è stato ipotizzato alcun valore residuo (terminal value) oltre il periodo di previsione esplicita coerentemente con la metodologia utilizzata in fase di allocazione del prezzo di acquisto.

Business combination "ERG Eolica Campania ed ERG Eolica Adriatica" (Italia)
Con riferimento al valore dell'Avviamento si è proceduto ad identificare due Cash Generating Units (CGU) riconducibili ai parchi eolici su cui è allocato l'avviamento, ovvero quelli di ERG Eolica Adriatica e di ERG Eolica Campania.

Per la determinazione del valore recuperabile, nell'accezione di valore d'uso, è stato stimato il valore attuale  dei flussi di cassa operativi associati alla CGU  per i primi venti anni di esercizio dei parchi.
Ai fini dell'attualizzazione dei flussi di cassa è stato utilizzato un tasso di sconto pari al WACC di settore (6,58%). 
Per ciascun parco eolico compreso nella CGU è stato inoltre stimato un terminal value, determinato come rendita perpetua con un tasso di crescita (g) pari a zero. Il terminal value così ottenuto è stato prudentemente ridotto del 50%.

Business combination "EnerFrance" (Francia)
Con riferimento ai valori riconducibili ad Autorizzazioni e contratti preliminari:

  • sono state identificate le Cash Generating Unit (CGU) coincidenti con i singoli parchi eolici sui quali sono stati allocati i plusvalori;
  • per la determinazione del valore recuperabile, nell'accezione di valore d'uso, è stato stimato il valore attuale dei flussi di cassa operativi associati alle CGU per i primi venti anni di esercizio dei parchi;
  • le attese di variazione dei prezzi di vendita e dell'andamento dei costi diretti durante il periodo assunto per il calcolo sono determinate sulla base delle esperienze passate, corrette delle aspettative future di mercato;
  • ai fini dell'attualizzazione dei flussi di cassa è stato utilizzato un tasso di sconto pari al WACC di settore (5,13%);
  • non è stato ipotizzato alcun valore residuo (terminal value) oltre il periodo di previsione esplicita coerentemente con la metodologia utilizzata in fase di allocazione del prezzo di acquisto.

Business combination "Lukerg Renew" (Bulgaria e Romania)
Con riferimento al valore della partecipazione in Lukerg Renew:

  • sono state identificate le Cash Generating Unit (CGU) coincidenti con i singoli parchi eolici sui quali sono stati allocati i plusvalori;
  • per la determinazione del valore recuperabile, nell'accezione di valore d'uso, è stato stimato il valore attuale dei flussi di cassa operativi associati alle CGU per i primi venti anni di esercizio dei parchi;
  • le attese di variazione dei prezzi di vendita e dell'andamento dei costi diretti durante il periodo assunto per il calcolo sono determinate sulla base delle esperienze passate, corrette delle aspettative future di mercato;
  • ai fini dell'attualizzazione dei flussi di cassa è stato utilizzato un tasso di sconto pari al WACC di settore (7,86% per la Bulgaria e 8,46% per la Romania);
  • per ciascun parco eolico compreso nella CGU è stato inoltre stimato un terminal value, determinato come rendita perpetua con un tasso di crescita (g) pari a zero. Il terminal value così ottenuto è stato prudentemente ridotto del 50%.

Business combination  "ERG Wind" (Italia e Germania)
Con riferimento ai valori riconducibili ad Autorizzazioni e contratti preliminari:

  • sono state identificate due Cash Generating Unit (CGU), coerentemente con la metodologia utilizzata in fase di determinazione del prezzo di acquisto, coincidenti con la CGU che comprende i parchi eolici collocati in Italia e con la CGU che include i parchi eolici collocati in Germania, sulle quali sono stati allocati i plusvalori identificati in occasione della contabilizzazione dell'acquisizione;
  • in particolare all'interno della CGU Italia i plusvalori sono stati allocati in riferimento ad ogni punto di cessione dell'energia alla rete nazionale, accorpando i relativi parchi eolici collegati al medesimo punto di cessione;
  • per la determinazione del valore recuperabile, nell'accezione di valore d'uso, è stato stimato il valore attuale dei flussi di cassa operativi associati alle CGU per i primi venti anni di esercizio dei parchi;
  • le attese di variazione dei prezzi di vendita e dell'andamento dei costi diretti durante il periodo assunto per il calcolo sono determinate sulla base delle esperienze passate, corrette delle aspettative future di mercato;
  • ai fini dell'attualizzazione dei flussi di cassa è stato utilizzato un tasso di sconto pari al WACC di settore (6,58% per l'Italia e 5,09% per la Germania);
  • non è stato ipotizzato alcun valore residuo (terminal value) oltre il periodo di previsione esplicita coerentemente con la metodologia utilizzata in fase di allocazione del prezzo di acquisto.

L'avviamento acquisito nell'aggregazione "ERG Wind" è stato allocato, alla data di acquisizione, alle unità generatrici di cassa dalle quali ci si attendono benefici connessi all'aggregazione; di conseguenza sono state identificate le medesime Cash Generating Units individuate per la determinazione del valore recuperabile delle Autorizzazioni e dei contratti preliminari.
Per la determinazione del valore recuperabile, nell'accezione di valore d'uso, è stato stimato il valore attuale  dei flussi di cassa operativi associati alla CGU  per i primi venti anni di esercizio dei parchi.
Ai fini dell'attualizzazione dei flussi di cassa è stato utilizzato un tasso di sconto pari al WACC di settore (6,35% per l'Italia e 5,09% per la Germania). 
Per quanto riguarda il terminal value, coerentemente con la metodologia utilizzata per la determinazione del prezzo di acquisito, si è considerata un'estensione del periodo di previsione esplicito da venti a venticinque anni, ipotizzando l'incremento di costi di mantenimento a supporto di tale estensione.

Infine si segnala che, in riferimento alla società ERG Renew Operations & Maintenance dedicata alle attività di esercizio e manutenzione dei parchi eolici di ERG Wind, non è stato effettuato un test di impairment in quanto l'acquisizione della società è avvenuta nell'ultima parte dell'esercizio (si veda il paragrafo Acquisizione di ERG Renew Operations & Maintenance).

La Direzione del Gruppo ha ritenuto che le assunzioni adottate per l'identificazione del valore recuperabile delle attività materiali, immateriali e degli avviamenti riconducibili al settore "Energia Rinnovabile" siano ragionevoli e sulla base delle assunzioni soprammenzionate non è emersa alcuna svalutazione.
Si precisa infine che il valore d'uso delle diverse CGU che caratterizzano e compongono il settore "Energia Rinnovabili" è determinato secondo parametri valutativi che prescindono da logiche negoziali; esso si basa, invece, su parametri di settore che, in quanto tali, conducono ad una definizione di valore che assume un significato distinto dal concetto di "prezzo".

Analisi di sensitività
Il risultato del test di impairment è derivato dalle informazioni ad oggi disponibili e dalle stime ragionevoli sull'evoluzione delle variabili di ventosità, prezzo energia e tasso di interesse.Il Gruppo ha tenuto conto delle suddette incertezze nell'elaborazione e definizione degli assunti di base utilizzati per la determinazione del valore recuperabile dei plusvalori allocati al settore "Rinnovabili" e ha altresì elaborato un'analisi di sensitività sul valore recuperabile delle diverse CGU: tale analisi ha ipotizzato che i ricavi complessivi di vendita dell'energia (ovvero la remunerazione dell''energia e la produzione della stessa) potrebbero subire delle variazioni, in aumento o in diminuzione, in una misura stimabile pari al 5% rispetto ai valori stimati per il Piano.

Nell'ipotesi di una riduzione dei ricavi pari al 5%, protratta nel tempo lungo l'intero arco di piano, il valore degli Avviamenti subirebbe un decremento di circa 8 milioni di Euro ed il valore degli Assets un decremento di circa 6 milioni.Infine, si segnala che un incremento dello 0,5% nel tasso di attualizzazione avrebbe altresì comportato una svalutazione degli Avviamenti allocate alla CGU "Rinnovabili" per 6 milioni.
Le analisi sopraelencate confermano la sensibilità delle valutazioni di recuperabilità degli attivi non correnti alla variazione delle citate variabili; in tale contesto, gli Amministratori monitoreranno sistematicamente l'andamento delle citate variabili esogene e non controllabili per gli eventuali adeguamenti delle stime di recuperabilità dei valori di iscrizione delle attività non correnti nel bilancio consolidato.

ERG S.p.A. - Genova

Paolo Merli

Head of Corporate Finance & Investor Relations

0039 010 2401376

ERG S.p.A. - Genova

Matteo Bagnara

Investor Relations

0039 010 2401423

ir@erg.it


Basket
Vai al basket
Aggiungi al basket
Aggiungi la pagina al basket
Stampa
Stampa la pagina
Preferiti
Aggiungi la pagina ai preferiti del browser
Mail
Condividi l'articolo
Download
Scarica il pdf di questa sezione
Grafici
Vai ai grafici interattivi
 
Chiudi

Documenti presenti nel basket

Seleziona una delle seguenti operazioni

Stampa tutto Ricarica la cartella Rimuovi tutto
Chiudi

Condividi articolo

Invia