Relazione sulla gestione

Evoluzione prevedibile della gestione

Si riporta di seguito la prevedibile evoluzione dei principali indicatori di scenario e performance nel 2014:

Rinnovabili 

Il 2013 ha rappresentato un anno particolarmente importante per ERG Renew per effetto della già citata acquisizione di IP Maestrale (ora ERG Wind) grazie alla quale ERG Renew è diventata il principale operatore del settore eolico in Italia.
All'estero, attraverso LUKERG Renew è stata finalizzata l'acquisizione di due parchi eolici in Romania e Bulgaria per una potenza installata complessiva di 84 MW (42 MW quota ERG).
Da ottobre 2013 inoltre, attraverso l'acquisizione di ERG Renew O&M, la società ha iniziato a effettuare internamente le attività di esercizio e manutenzione per circa la metà dei parchi eolici italiani, con l'obiettivo di estendere tale attività anche ad altri parchi nel 2014, mirando quindi a ottenere importanti benefici in termini di efficienza operativa, contenimento di costi e disponibilità tecnica.
A fine 2013 si sono inoltre completati i lavori di realizzazione del nuovo parco eolico di Palazzo San Gervasio della potenza di 34 MW, per i quali la società si è aggiudicata il diritto agli incentivi in seguito alla partecipazione alle aste previste dalla nuova normativa, e di un nuovo parco eolico in Romania, realizzato attraverso la LUKERG Renew, della potenza complessiva di 82 MW (41 MW quota ERG). Entrambi i parchi sono pienamente operativi da gennaio 2014, e contribuiranno ai risultati di ERG Renew per l'intero esercizio 2014.
Nel 2014 proseguiranno infine le attività volte a un ulteriore sviluppo della società, attraverso la valutazione di potenziali nuove opportunità di investimento in particolare all'estero.
Il pieno apporto dei nuovi parchi alla generazione di energia, associato alle sinergie operative attese, dovrebbe comportare per il 2014 un'ulteriore crescita dei risultati rispetto al 2013. 

Power & Gas

L'anno 2014 sarà caratterizzato dall'importante discontinuità relativa agli accordi, subordinati all'avverarsi di alcune condizioni sospensive, che porteranno alla risoluzione anticipata della convenzione CIP 6 e alla successiva cessione dell'impianto di ISAB Energy. L'impianto dovrebbe quindi essere esercito sulla base dell'attuale configurazione solo nella prima metà dell'anno, nella quale sono comunque previste tariffe CIP 6 in significativa contrazione rispetto a quelle registrate nel 2013 per effetto dell'evoluzione normativa in materia. 
Principalmente a seguito della finalizzazione di tale operazione ci si attende per il 2014 una significativa contrazione del complessivo risultato operativo di settore a fronte del quale vi saranno un provento straordinario ed un'ulteriore rilevante iniezione di liquidità conseguente all'estinzione anticipata della convenzione CIP 6. Per quel che riguarda invece l'impianto di ERG Power, nonostante la permanenza di condizioni di mercato nazionale sfavorevoli agli impianti alimentati a gas, per i quali i margini di generazione e i fattori di utilizzo sono previsti rimanere su livelli depressi principalmente a causa della debolezza della domanda, si preve-dono anche per il 2014 risultati soddisfacenti, anche se inferiori a quelli del 2013; il posizionamento geografico dell'impianto, la flessibilità dello stesso e i contratti di fornitura di utilities, consentiranno infatti di mantenere una redditività superiore a quella registrata mediamente dal settore in Italia.

Refining & Marketing

Downstream integrato

Per quanto riguarda il settore Commercializzazione, alla luce della debolezza del quadro economico, degli elevati prezzi dei prodotti sui mercati internazionali e del forte peso della componente fiscale (IVA e accise), i consumi sono previsti rimanere su livelli depressi anche nel 2014. 
In tale contesto, proseguiranno gli sforzi della società volti all'ottenimento della massima ef-ficienza gestionale, e all'implementazione del piano di riqualificazione della propria rete ini-ziato nel corso del 2012 volto a rendere la stessa più competitiva in termini di erogato medio e più sostenibile nel lungo periodo. 
Con la definitiva interruzione delle attività di raffinazione presso la Raffineria di Roma e la conseguente trasformazione del sito industriale in un polo logistico, l'esposizione nel settore si è ridotta in misura significativa, mentre verrà potenziato il ruolo strategico degli assets logistici del Gruppo. 

Raffinazione costiera

A seguito della cessione dell'ultima quota del 20% di ISAB S.r.l., avvenuta a fine 2013, il Gruppo è definitivamente uscito dal settore della Raffinazione costiera, caratterizzato negli ultimi anni da elevata volatilità e risultati fortemente negativi.
Continuerà invece anche nel 2014 l'attività di compravendita di greggi e prodotti, attraverso la quale si cercheranno di cogliere opportunità di profitto che dovessero presentarsi sul mercato di tali commodities, ma nell'ambito di policy operative di gestione del rischio molto restrittive.

Per il settore nel suo complesso ci si attendono per il 2014 risultati significativamente migliori rispetto a quelli del 2013. 
Alla luce di quanto sopra, il margine operativo lordo a valori correnti del 2014 è previsto inferiore a quello registrato nel 2013; tale confronto deve essere però considerato alla luce delle forti discontinuità di perimetro prevedibili nel corso del prossimo esercizio. 

Rischi ed incertezze relativi all'evoluzione della gestione

In riferimento alle stime e alle previsioni contenute nella presente sezione si evidenzia che i risultati effettivi potranno differire in misura anche significativa rispetto a quelli annunciati in relazione a una molteplicità di fattori, tra cui: l'evoluzione futura dei prezzi, le performance operative degli impianti, l'impatto delle regolamentazioni del settore energetico, della distribuzione di carburanti e in materia ambientale, altri cambiamenti nelle condizioni di business e nell'azione della concorrenza.

Genova, 11 marzo 2014

per il Consiglio di Amministrazione
Il Presidente
Edoardo Garrone

 

ERG S.p.A. - Genova

Paolo Merli

Head of Corporate Finance & Investor Relations

0039 010 2401376

ERG S.p.A. - Genova

Matteo Bagnara

Investor Relations

0039 010 2401423

ir@erg.it


Basket
Vai al basket
Aggiungi al basket
Aggiungi la pagina al basket
Stampa
Stampa la pagina
Preferiti
Aggiungi la pagina ai preferiti del browser
Mail
Condividi l'articolo
Download
Scarica il pdf di questa sezione
Grafici
Vai ai grafici interattivi
 
Chiudi

Documenti presenti nel basket

Seleziona una delle seguenti operazioni

Stampa tutto Ricarica la cartella Rimuovi tutto
Chiudi

Condividi articolo

Invia