Nota 33 - Costi per servizi ed altri costi

  2011 2010
Costi per servizi 592.860 602.883
Affitti passivi, canoni e noleggi 17.267 15.702
Svalutazioni dei crediti 9.279 12.489
Accantonamenti per rischi ed oneri 4.292 35.542
Imposte e tasse 32.372 14.798
Altri costi di gestione 10.245 5.860
TOTALE 666.315 687.274


I costi per servizi sono così composti: 

  2011 2010
Compensi di lavorazione 358.072 404.781
Costi commerciali, di distribuzione e di trasporto 76.123 53.582
Manutenzioni e riparazioni 32.607 28.128
Utenze e somministrazioni 2.368 1.756
Assicurazioni 26.448 27.377
Consulenze 18.244 20.268
Pubblicità e promozioni 3.519 5.302
Altri servizi 75.479 61.689
TOTALE 592.860 602.883

I “Compensi di lavorazione” si riferiscono alle lavorazioni di greggio effettuate presso la raffineria di ISAB S.r.l..
I “Costi commerciali, di distribuzione e trasporto” sono incrementati principalmente a seguito del consolidamento dell’attività di commercializzazione sul mercato libero dell’energia elettrica.
La voce “Manutenzioni e riparazioni” comprende principalmente le spese di manutenzione ordinaria degli impianti di produzione di energia elettrica.
Gli “Altri servizi” includono gli emolumenti ad Amministratori e Sindaci, i costi relativi alla sicurezza degli impianti, spese bancarie, generali, per viaggi e soggiorno del personale, per corsi di addestramento ed aggiornamento ed altri costi del personale. L’incremento della voce risente anche degli oneri legati alle dimissioni del Vice Presidente, già commentate nella Relazione sulla gestione.

Le “Svalutazioni dei crediti” sono legate al fallimento di alcuni clienti ed in particolare al peggioramento delle probabilità di recupero di un insoluto generato nelle fasi di start-up delle attività di compravendita di energia elettrica e gas, a fronte del quale già nel 2010 si era proceduto ad un accantonamento specifico.
Le “Imposte e tasse” sono relative principalmente agli oneri relativi ai certificati verdi degli impianti della produzione termoelettrica, all'imposta comunale sugli immobili ed alle tasse erariali. L’incremento della voce è legato all’incremento di produzione di energia termoelettrica che ha comportato maggiori oneri per certificati verdi.
Si ricorda inoltre che la voce accoglie le tasse portuali di imbarco di competenza del periodo richieste per il pontile degli Impianti Sud della Raffineria ISAB. 
Gli “Altri costi di gestione” includono i contributi associativi, le minusvalenze ordinarie  e le altre spese varie di gestione.